Giovedi, 20 Giugno, 2019

Autonomia maggiore con le batterie allo zolfo

Nuove batterie più capienti del 40% da Sony… ma solo nel 2020 Autonomia maggiore con le batterie allo zolfo
Machelli Zaccheo | 19 Dicembre, 2015, 16:07

Uno degli aspetti su cui le aziende produttrici di dispositivi elettronici stanno più intensamente lavorando è quello relativo alla durata delle batterie. Ma procediamo con ordine: un recente report pubblicato da Nikkei ha fatto il punto sulla realizzazione da parte di Sony di un tipo molto particolare di batterie, per la precisione allo zolfo, che garantiscono il 40% di autonomia in più rispetto a quelle al litio.

Non è la prima volta che vi parliamo di importanti cambiamenti nel mercato delle batterie e non sarà neanche l'ultima, visto che, oltre che di queste, si parlerà di molte altre novità da qui ai prossimi anni.

5216-400x250

Le soluzioni per ovviare al problema sono molteplici: c'è chi, come OnePlus o Xiaomi, si è messa a produrre in proprio i power bank (le batterie portatili); c'è chi, come Oukitel, fabbrica telefoni con batterie da 10000 mAh di capacità (che dovrebbero consentire almeno due giorni e mezzo di autonomia); c'è chi, come Qualcomm, ha implementato un algoritmo per la ricarica veloce; c'è anche chi, come Apple, si è lanciata nella commercializzazione di cover con batteria integrata, sfidando le prese in giro che subito si sono scatenate sul web.

Le batterie basate sullo zolfo sono già state considerate in passato, ma scartate perché l'elettrodo tende a dissolversi nell'elettrolita, causando una diminuzione della capacità. Il produttore giapponese ha riformulato l'elettrolita per eliminare questo effetto collaterale e ora ha avviato i test per verificare la sicurezza del prodotto. Inoltre, a parità di durata, la dimensione è il 30% inferiore a quella delle batterie agli ioni di litio.

Altre Notizie