Giovedi, 05 Dicembre, 2019

Augusto Minzolini, nuova condanna per aver rimosso Tiziana Ferrario

Tiziana Ferrario e Augusto Minzolini Augusto Minzolini, nuova condanna per aver rimosso Tiziana Ferrario
Deangelis Cassiopea | 16 Dicembre, 2015, 16:12

Anzi, sottolinea l'ex direttore del Tg1, "tutti i giornalisti che ho messo, adesso sono i conduttori dell'edizione delle 20 e nessun direttore che è venuto dopo di me ha trovato motivo per rimettere la Ferrario". La vicenda riguarda la rimozione nel 2010 dalla conduzione del telegiornale delle ore 20 della giornalista Tiziana Ferrario (attualmente in servizio alla redazione di New York) e l'assegnazione ad altro incarico.

Augusto Minzolini è stato condannato a 4 mesi per abuso d'ufficio. Una promozione che però la conduttrice aveva giudicato niente affatto soddisfacente e propedeutica esclusivamente al suo allontanamento dagli schermi televisivi a favore di altre colleghe più vicine al direttore e al centrodestra. Appena un mese la Corte di Cassazione aveva reso definitiva la condanna per peculato di Minzolini a due anni e mezzo per aver utilizzato in maniera impropria la carta di credito che gli era stata fornita dalla Rai per le spese di rappresentanza.

Il pubblico ministero Sergio Colaiocco ha sposato la tesi accusatoria della Ferrario chiedendo la condanna di Minzolini e ravvisando nella sua decisione un chiaro intento punitivo nei confronti della collega. A testimonianza della correttezza con cui ha operato Minzolini - prosegue la parlamentare - ricordo che addirittura promosse la Ferrario a caporedattore e che anche il giudice del lavoro respinse la causa di demansionamento spiegando che si tratto' di un normale avvicendamento. Che a un direttore di telegiornale o di giornale non sia riconosciuta la discrezionalità nella attribuzione delle mansioni professionali è assurdo, a condizione che non venga mortificata, appunto, la professionalità del giornalista.

L'ex direttore potrà ora ricorrere in Appello.

Altre Notizie