Lunedi, 19 Agosto, 2019

Farmaci: antidepressivi in gravidanza associati ad aumento rischio autismo

Farmaci: antidepressivi in gravidanza associati ad aumento rischio autismo Farmaci: antidepressivi in gravidanza associati ad aumento rischio autismo
Machelli Zaccheo | 16 Dicembre, 2015, 02:32

Lo rivela una recente ricerca condotta presso l'Università di Montreal in Canada, secondo cui assumere antidepressivi durante il secondo o terzo trimestre di gravidanza raddoppia il rischio che i bambini sviluppino l'autismo.

Rischio autismo con gli antidepressivi, eppure le mamme incinta lo fanno. A rivelarlo uno studio pubblicato sul 'Jama Pediatrics'. Si è calcolato che il 5 per cento di tutti i bambini negli Stati Uniti (più di 200.000 all'anno) sono esposti a rischi per la loro salute a seguito della assunzione da parte delle madri di alcuni antidepressivi nei mesi che precedono la nascita. I ricercatori hanno scoperto che la probabilità di ricevere una diagnosi del genere è aumentata dell'87% per i figli di donne che avevano assunto antidepressivi negli ultimi sei mesi di gravidanza.

"Sarebbero anche necessarie ulteriori ricerche per valutare in particolare il rischio di autismo associato ad altri tipi di antidepressivi e dosaggi durante la gravidanza", hanno asserito gli studiosi canadesi. Dei 145.456 neonati presi in considerazione, 1.054 hanno ricevuto una diagnosi di disordine dello spettro autistico: si tratta di una percentuale che si attesta circa sullo 0,72% del totale. In particolare si parla di quei farmaci inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina che hanno lo scopo di curare il disturbo ossessivo-compulsivo o la depressione maggiore in quanto, evitando l'eliminazione fisiologica della serotonina, contrastano la mancanza di questo neurotrasmettitore coinvolto nella regolazione del tono dell'umore. Nel dettaglio gli autori dello studio hanno monitorato le condizioni di salute di 4.724 bambini le cui madri hanno assunto degli antidepressivi durante il periodo della gravidanza. Nello specifico, quando parliamo di disturbo dello spettro autistico o più genericamente quando si parla di autismo, facciamo riferimento ad un disturbo neuro-psichiatrico che interessa la funzione cerebrale e che purtroppo, ad oggi, sembra essere sempre più diffuso. Tra i 2.532 neonati, a 31 neonati è stata diagnosticata una forma di autismo, mentre tra i neonati esposti agli antidepressivi durante il primo trimestre, 40 sono risultati autistici. Insomma, pur tenendo fermi tutti i limiti che una tale ricerca possa presentare, in quanto non teneva conto di altri fattori piuttosto rilevanti quali il differente stile di vita della futura genitrice, sembrerebbe proprio sussistere una correlazione positiva tra l'assunzione di questo tipo di farmaci e l'autismo nel bimbo.

Altre Notizie