Venerdì, 22 Novembre, 2019

Vecchioni e la Sicilia: "Ho detto quelle parole per amore"

Vecchioni e la Sicilia: Vecchioni e la Sicilia: "Ho detto quelle parole per amore"
Evangelisti Maggiorino | 16 Dicembre, 2015, 02:09

Rosario Crocetta replica a modo suo a Roberto Vecchioni, che in un incontro aveva criticato il senso civico dei siciliani. Dopo le polemiche scatenate dalla frase del cantautore milanese Roberto Vecchioni sulla Sicilia, definita "isola di merda" ieri nell'aula magna della Facoltà di Ingegneria di Palermo è arrivata anche la risposta del Governatore della Regione Rosario Crocetta che ha postato su facebook tre foto in costume da bagno sulla spiaggia di Marina di Tusa, il piccolo centro del Messinese dove abita.

Ma sul fronte politico si fa un gran parlare di un dettaglio non da poco. "Non si risolve con un tuffo al mare". "Abbiamo dei problemi, molti dei quali arrivano da passato ma non voglio fare polemica con nessuno", ha scritto sul proprio profilo. "Stiamo superando tutto, il Pil comincia a crescere e ci sono già alcuni piccoli segni di ripresa", ha aggiunto il numero uno della Regione.

"A me è scappata una parolaccia - e di questo mi dispiace molto - ma io intendevo rivolgermi non alla Sicilia, ma a chi non si ribella, a chi non fa qualcosa".

Invitato a Palermo Roberto Vecchioni si lascia andare a qualche considerazione personale di troppo, a detta sua fraintesa, in cui senza mezzi termini sentenzia "Sicilia isola di merda" suscitando parecchie e dure reazioni tra Politica e social network.

I siciliani sono la razza più intelligente che esiste al mondo, perché si buttano via così, mi dà un fastidio immenso che l'isola non sia all'altezza di se stessa.

Il lungo ponte dell'Immacolata è finito.

"È inutile mascherarsi dietro il fatto di avere il mare più bello del mondo".

Il popolo siciliano è stanco e ormai quasi in miseria. Vecchioni dovrebbe farsi raccontare da Rita Borsellino e da Gregorio Porcaro, l'ex vice parroco di don Pino Puglisi, quanti uomini e donne hanno conosciuto che alzano la testa contro la mafia: testimoni di giustizia, commercianti, presidi, ragazzi che ogni giorno, senza clamore, dicono un no, non accettano di pagare il pizzo, non scendono a compromessi. "Credete che sia qua soltanto per sviolinare?" Buone notizie, insomma: il popolo siciliano ha un futuro, malgrado il misero presente, e ha salvato la sua immagine.

Altre Notizie