Domenica, 25 Agosto, 2019

Scoperto legame tra autismo e uso di antidepressivi in gravidanza

Responsive image Scoperto legame tra autismo e uso di antidepressivi in gravidanza
Machelli Zaccheo | 16 Dicembre, 2015, 01:31

L'uso di farmaci antidepressivi, in particolare gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, durante gli ultimi due trimestri di gravidanza è stato associato a un aumento del rischio di disturbi dello spettro autistico nei bambini. Un risultato importante dato che fino al 10% delle donne si vede prescrivere medicamenti per combattere la depressione quando sono incinte.

Anick Bérard dell'Università di Montreal ha analizzato i dati di tutte le gravidanze in Québec, portate a termine tra il gennaio 1998 e il dicembre 2009.

Lo studio ha seguito 145'456 bimbi dal loro concepimento ai 10 anni di età, tenendo conto dell'assunzione di antidepressivi e di altri fattori che contribuiscono all'autismo.L'incidenza dell'autismo tra i bambini è decisamente aumentata negli ultimi decenni, passando da 4 casi su 10'000 alla fine degli anni 1960 ai 100 ogni 10'000 odierni.

Dopo la campagna di sensibilizzazione avvenuta nei mesi scorsi, riguardante i rischi della cattiva abitudine di assumere alcol durante la gravidanza, campagna che ha utilizzato anche immagini piuttosto forti per mettere al corrente dei pericoli di un tale vizio, arriva un ulteriore studio che mette in guardia le future mamme sull'atteggiamento da adottare di modo da minimizzare i rischi per la salute del feto. In media, l'età in cui il bimbo riceve questo infausto responso è di 4,6 anni, con un follow up che si aggira intorno ai 6,2 anni.

L'autismo comporta dei disturbi dello spettro, che comprende un numero di diagnosi separate come l'autismo e la sindrome di Asperger, inoltre altera la capacità del bambino di comunicare e interagire con gli altri e può includere comportamenti ripetitivi.

L'87 per cento dei neonati che è stato esposto ad antidepressivi in gravidanza, soprattutto nel secondo e/o terzo trimestre di gestazione correrebbe maggiori rischi di soffrire di autismo. Successivamente, gli esperti in questione hanno monitorato le condizioni di salute di 4.724 bambini esposti ad antidepressivi a causa dell'assunzione da parte della futura madre: l'esposizione era avvenuta durante il primo trimestre per 4.200 di questi, mentre durante il secondo o terzo trimestre per 2.532.

Il dottor Berard ha però usato cautela, informando che i risultati non dimostrano che i farmaci sono tra le cause dirette del disturbo dello sviluppo neurologico nei bambini, anche se alcuni studi precedenti hanno individuato in questi farmaci dei possibili colpevoli.

Ma come potrebbero controllare la depressione le donne che soffrono di disturbo bipolare?

Altre Notizie