Lunedi, 15 Luglio, 2019

Rifiuti Livorno, via a sciopero 48 ore

Rifiuti Livorno, via a sciopero 48 ore Rifiuti Livorno, via a sciopero 48 ore
Evangelisti Maggiorino | 10 Dicembre, 2015, 08:59

"E così - accusa - usa i cassonetti di Livorno". Chiuse le stazioni ecologiche, gli uffici Tari-Tia, interrotto il servizio ingombranti. L'azienda garantirà soltanto i servizi minimi essenziali come la raccolta dei rifiuti in mercati, ospedali, scuole e caserme. Lo sciopero è indetto dalla Cgil eFiadel per protestare contro la decisione della giunta M5s diFilippo Nogarin di avviare il percorso di concordato preventivoda presentare sabato al Cda dell'azienda. A quanto pare almeno una parte degli iscritti a Cisl e Uil aderirà infatti allo sciopero: a quanto risulta anzi, lunedì alcuni iscritti della Cisl avrebbero cancellato il proprio tesseramento al sindacato di via Goldoni, mentre Stefano Venturini, Rsu Uil di Aamps dimessosi dopo il distinguo del proprio sindacato, ha annunciato che aderirà alla protesta.

Oggi sarà organizzato anche un presidio sotto il municipio, mentre domani dalle 17 un corteo partirà da piazza della Repubblica e arriverà fino al Comune, dove sarà in corso di svolgimento la commissione bilancio che precederà il consiglio comunale di venerdì. "Forse il Pd teme che si scoprano gli altarini, ci sono 26 milioni di bollette mai riscosse".

"Non servono 42 milioni di euro per salvare l'Aamps - ha dichiarato il segretario dalla Funzione pubblica di Livorno Giovanni Golino - Per mettere in sicurezza i conti dell'azienda ne basterebbero tre che potrebbero ridursi o essere rateizzati se l'azienda decidesse di ristrutturare il debito piuttosto che andare al concordato". Sono stati i sindacati, durante l'incontro con la giunta comunale e il prefetto di sabato scorso, a spiegare che "da parte dei lavoratori non ci sarà lo stesso "entusiasmo" della volta scorsa per riportare Livorno alla normalità". E le regole sono poche e semplici - rimarca il grillino - Si invia la candidatura di una lista allo staff: se si ha la residenza nel territorio interessato, si è incensurati, non si hanno tessere di partito e non si sono svolti due mandati si è candidabili.

Altre Notizie