Lunedi, 27 Gennaio, 2020

Valeria Solesin, Renzi e Boldrini a Venezia

Valeria oggi l'ultimo saluto di Venezia. Il corteo dei gondolieri Valeria Solesin, Renzi e Boldrini a Venezia
Evangelisti Maggiorino | 05 Dicembre, 2015, 06:48

Alla cerimonia di Stato il presidente Mattarella. L'accesso all'area di San Marco è stata regolata da stretti varchi nei quali gli uomini della sicurezza controllavano l'afflusso delle persone utilizzando anche i metal detector.

Il sindaco di Venezia. Domani a Venezia i familiari, tutte le persone che le hanno voluto bene ma anche chi ha imparato a conoscerla purtroppo, dopo la tragedia, potranno salutare Valeria per l'ultima volta. "Era una volontaria che offriva il suo tempo per aiutare gli altri".

"Il fanatismo vorrebbe nobilitare il massacro con dei valori", sono state le parole del padre di Valeria Solesin, Alberto, con vicina la moglie Luciana. "In questi giorni ho letto che siamo stati un esempio - ha raccontato -. Se questo è stato vero anche solo in minima parte, voglio dedicarlo a tutti i Valeria e Andrea che non si arrendono", ha aggiunto.

Il messaggio di Hollande - "La forza, l'amore, la civiltà, la compostezza della famiglia Solesin non lasciano alcun dubbio su quanto meravigliosa fosse Valeria".

Poi l'ultimo pensiero del padre va al figlio Dario "che, oltre a una sorella, ha perso un riferimento, e al suo compagno Andrea, che è uno di quelli che non si arrendono".

A unirsi nell'ultimo saluto a Valeria, al fianco della famiglia, si trovano anche le alte cariche dello Stato italiano, dal presidente del Consiglio Matteo Renzi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La vostra dignità ci sorprende e fa riflettere. Così il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, si è rivolto ai famigliari di Valeria Solesin, al funerale in corso a Venezia. E' il pensiero che rivolge alla ricercatrice italiana il ministro della Difesa Roberta Pinotti, che ha poi voluto ricordare le parole dedicate a Valeria dal fratello Dario, "il più silenzioso in questa piazza". "La tua morte ci obbliga a vivere". In Francia Valeria ha iniziato a definire il suo progetto di vita spinta dalla curiosità del mondo. I genitori hanno scelto una cerimonia civile proprio per "unire" e non per dividere.

"Non vi odieremo. Abbiate il coraggio di cambiare e di dire: 'Abbiamo sbagliato tutto'". Il filosofo lo ha fatto con la solita schiettezza e onestà intellettuale che lo caratterizza, non facendo mancare una frecciatina al nostro Paese...

La comunità islamica Presenti ai funerali anche i rappresentanti della comunità islamiche, prima fra tutte quella di Venezia.

La Ucoi: I tuoi assassini hanno fallito - "Valeria, i tuoi assassini hanno fallito perché non sono riusciti a instillare l'odio in noi e oggi siamo tutti qui per te", ha detto il rappresentante dell'Ucoi, l'Unione delle comunità islamiche. Così Hamad Al Mohamad, capo della comunità islamica di Venezia, ai funerali di Valeria Solesin, che si sono conclusi con l'Inno europeo alla gioia, suonato dagli Ottoni della Fenice di Venezia. "La follia omicida non è nel nostro nome".

Altre Notizie