Giovedi, 18 Luglio, 2019

Troppa tv da giovani?Attenzione può danneggiare la salute della vostra mente

Troppa tv da giovani?Attenzione può danneggiare la salute della vostra mente Troppa tv da giovani?Attenzione può danneggiare la salute della vostra mente
Machelli Zaccheo | 04 Dicembre, 2015, 10:25

La classica frase da saggezza popolare delle nonne trova ora riscontro in una ricerca scientifica che ha accertato maggiori problemi alle capacità cognitive tra coloro che in gioventù hanno passato più tempo davanti allo schermo.

Il team ha esaminato le associazioni tra il modo in cui si guarda la televisione, lo sport e la prontezza mentale a 25 anni di distanza.

Da sempre si è detto che guardare troppa televisione faccia male alla salute, soprattutto mentale e soprattutto dei più piccoli. Ma i ricercatori Tina D. Hoang dell'Istituto della California del Nord per la ricerca e l'istruzione al Veterans Affairs Medical Center e Kristine Yaffe dell'Università della California, hanno voluto osservare soltanto gli effetti dell'inattività fisica.

Lo studio americano, pubblicato sulla rivista Jama Psichiatry, ha preso in esame un campione statistico pari a 3247 soggetti di età compresa tra i 18 e i 30 anni, andando ad osservare abitudini e attitudini dei volontari per un arco temprale pari a 25 anni, per poi mettere in relazione l'eventuale abuso di televisione durante l'adolescenza con la presenza di deficit cognitivi sviluppati agli albori dell'età adulta. Questo è valso anche per chi aveva svolto poca attività fisica e condotto una vita tendenzialmente sedentaria (16,2%). Dalle conclusioni che hanno tratto gli studiosi, le 353 persone (il 10,9% del totale) risultate "tv-dipendenti" nel lasso di tempo sul quale si è basato lo studio hanno anche mostrato più probabilità di incappare in performance cognitive scarse in alcune delle prove proposte. Periodicamente i partecipanti sono stati sottoposti a esercizi intellettivi diretti a valutarne la velocità di elaborazione, le funzioni esecutive e la memoria verbale. In generale, le probabilità di essere meno "smart" sono risultate quasi due volte superiori per le persone che alle "maratone" col telecomando abbinavano una scarsa attività fisica (3,3% dei partecipanti). "In particolare, questi comportamenti sono stati abbinati con una più lenta velocità di elaborazione e una peggiore funzione esecutiva, ma non con una ridotta memoria verbale", hanno dichiarato gli autori della ricerca.

Altre Notizie