Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Casey Stoner torna in Ducati nel ruolo di testimonial e collaudatore

L'australiano lascia dopo 5 anni la casa giapponese per riabbracciare la scuderia di Borgo Panigale. Sarà testimonial e collaudatore L'australiano lascia dopo 5 anni la casa giapponese per riabbracciare la scuderia di Borgo Panigale. Sarà testimonial e collaudatore
Cacciopini Corbiniano | 23 Novembre, 2015, 18:10

La notizia rimbalzava da diverso tempo: l'australiano era vicino al ritorno a Borgo Panigale, si diceva, il rapporto con la Honda non era più lo stesso di prima.

Nel giro di pochi minuti è arrivata anche la conferma ufficiale della firma con la Ducati, questi i passi salienti del comunicato: "Ducati Corse ha il piacere di annunciare la rinnovata collaborazione con Casey Stoner, che nel 2016 svolgerà per la Casa italiana il duplice ruolo di testimonial Ducati e collaudatore MotoGP". Sarà presente anche al World Ducati Week, in programma dal 1° al 3 luglio. Di sicuro una bella mossa per la casa di Borgo Panigale, che riabbraccia un pilota che ha portato il primo (e finora unico) titolo di MotoGp e in quattro stagioni ha vinto 23 gare salendo 43 volte sul podio (in un totale di 58 Gran Premi disputati).

Casey Stoner: "Gli ultimi cinque anni con HRC sono stati una grande esperienza per me".

A distanza di anni, se vogliamo, le considerazioni dure di Casey hanno avuto più di un riscontro nella realtà e ciò rende ulteriormente intrigante una sua nuova apparizione in MotoGp, tale da destabilizzare l'equilibrio dei competitors ma anche di chi è attualmente alla guida della Ducati. Per il 2016 sono davvero emozionato di tornare a far parte del Ducati Team! "Ho tanti bei ricordi degli anni in cui ho lavorato con Ducati e l'occasione di poter di nuovo collaborare con loro e' davvero speciale".

"Stoner è rimasto nel cuore dei ducatisti e sono contentissimo abbia deciso di tornare nella nostra famiglia". "Non vedo l'ora di poter aiutare Andrea Dovizioso, Andrea Iannone e il Ducati Team - ha detto Stoner - ci metterò tutto il mio impegno. Ducati e i suoi tifosi sono stati davvero importanti nella mia carriera, e sara' fantastico ritrovarli e iniziare un altro capitolo della mia vita con questo marchio cosi' affascinante". "Honda Racing Corporation vuole ringraziare Casey per tutti i successi raggiunti in questo periodo e augura a lui e alla sua famiglia il meglio per il futuro".

Ebbene sembra proprio che il ritorno del campione del mondo di MotoGP nel 2007 e 2011 sia più che un'ipotesi ed è naturale che si potrebbero aprire scenari decisamente interessanti. Darà un contributo importante per lo sviluppo della moto. Che Stoner non sia più interessato alle gare ufficiali è risaputo, ma averlo in scuderia è un valore aggiunto; l'australiano probabilmente chiedeva qualcosa in più di un semplice contratto da collaudatore.

Altre Notizie