Mercoledì, 13 Novembre, 2019

La Regione Campania dice si al referendum abrogativo sulle trivellazioni

La Regione Campania dice si al referendum abrogativo sulle trivellazioni La Regione Campania dice si al referendum abrogativo sulle trivellazioni
Evangelisti Maggiorino | 30 Settembre, 2015, 04:18

Il Consiglio regionale ha approvato con voto unanime dei partecipanti all'assemblea le delibere, a firma di Rosa D'Amelio, presidente del parlamentino campano, per promuovere il referendum contro le norme inserite nello Sblocca Italia che facilitano la ricerca e le estrazioni di petrolio sia in mare che sulla terraferma bypassando gli enti locali.

Così Rosa D'Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, commentando l'approvazione delle delibere contro alcune norme dello Sblocca Italia, relative alle trivellazioni.

"Non è possibile espropriare i territori da decisioni così importanti". "Visto che il numero di regioni minimo per ottenere il referendum c'è già, tanto vale provare a cambiare quell'articolo", il 38, spiega il governatore Stefano Bonaccini in aula rispondendo alla richiesta del M5s sostenuta anche da Sel, "che secondo me va profondamente cambiato". Noi oggi accendiamo i riflettori sul Sannio e sull'Irpinia, ribadendo ancora una volta che le trivellazioni non sono conciliabili con la naturale vocazione di queste zone della nostra regione, che hanno già le loro ricchezze, come ad esempio la natura incontaminata, l'agricoltura tradizionale ed i percorsi storico/artistici. Favorevole allo spirito del referendum anche Rometti (Psi).

Entro la fine di febbraio 2016, infatti, dovrebbe esserci il controllo da parte dell'organo preposto e se l'esito sarà positivo si potrà votare tra il 15 aprile e il 15 giugno 2016.

Altre Notizie