Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Ambiente, un quinto di Italia è a rischio desertificazione

La desertificazione nel mondo aumenta ma il problema- sempre sottovalutato- diventa evidente anche in Italia.|CNR La desertificazione nel mondo aumenta ma il problema- sempre sottovalutato- diventa evidente anche in Italia.|CNR
Acerboni Ferdinando | 26 Agosto, 2015, 14:32

Milano - Un quinto dell'Italia è a rischio desertificazione, il 41% al Sud. A lanciare l'allarme e' il Cnr, che ha organizzato a Expo in collaborazione con Finmeccanica il convegno "Siccita', degrado nel territorio e desertificazione in Italia e nel Mondo".

"Entro la fine di questo secolo le previsioni parlano, per il bacino del Mediterraneo, di aumenti delle temperature tra 4 e 6 gradi e di una significativa riduzione delle precipitazioni, soprattutto estive: l'unione di questi due fattori genererà forte aridità. È un concetto differente dalla desertificazione, giacché anche i più estremi deserti sono comunque degli ecosistemi (le aree aride includono il 20% dei centri di biodiversità e il 30% dell'avifauna endemica), mentre le conche di polvere sono un punto di non ritorno", aggiunge Mauro Centritto.

Le cause principali della desertificazione sono da un lato i cambiamenti climatici e dall'altro la cattiva gestione delle risorse ambientali. | CNR
Le cause principali della desertificazione sono da un lato i cambiamenti climatici e dall'altro la cattiva gestione delle risorse ambientali. | CNR

E mentre per quanto riguarda i cambiamenti climatici si può sperare di mitigare il fenomeno, trasformando radicalmente le politiche energetiche dei Paesi, la desertificazione si lega anche ad una gestione irresponsabile del territorio, profilandosi quindi come qualcosa di molto più complesso e di difficile risoluzione. Questo significa che, in un futuro non troppo distante, le ondate migratorie potrebbero crescere in maniera esponenziale in risposta all'impoverimento del territorio: e questa volta i protagonisti di tali ondate potremmo essere proprio noi. "Occorre un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico i territori a rischio" conclude l'esperto.

Altre Notizie