Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Tianjin, i morti salgono a 114

Cina 12 arresti per l'esplosione di Tianjin Cina 12 arresti per l’esplosione di Tianjin Di Martina Brusini 27 Agosto 2015
Cacciopini Corbiniano | 26 Agosto, 2015, 01:45

Sospendiamo la programmazione d'agosto con un commento sul disastro di Tianjin. L'ingegnere capo dell'ufficio di protezione ambientale cittadino, Bao Jingling, ha confermato che nessuna traccia di cianuro sono stati rilevati nei campioni di pioggia raccolti a 7 chilometri dal luogo dell'esplosione, in una zona popolata.

Nonostante le liturgie e le logiche con le quali si muove il Partito siano spesso imperscrutabili, a fronte di scandali che diventano casi nazionali e mondiali, tutto diventa pronosticabile. Molti abitanti di Tianjin hanno raccontato alle agenzie di stampa internazionali le difficoltà nel rintracciare parenti e amici dispersi e nella lentezza del governo cinese nel diffondere informazioni sull'accaduto.

L'uomo, un cinquantenne si trovava a 50 metri dall'epicentro dell'esplosione. Infine si segnala che la Corte Suprema cinese ha avviato un'inchiesta per stabilire se pratiche illegali o negligenze siano all'origine del grave incidente.

L'esplosione è avvenuta in un magazzino che contiene materiali chimici pericolosi e solleva interrrogativi sulle norme di sicurezza in materia di immagazzinaggio di queste sostanze.Tianjin, il decimo porto più grande del mondo, negli ultimi è diventato un gigantesco snodo commerciale per il trasporto di acciaio, carbone, automobili e petrolio. Intanto, nella zona continuano i roghi e sono state avvertite anche alcune esplosioni.

Come al solito dunque il Partito procede alla ricerca dei responsabili cui affibbiare il disastro. Poi è partita una valanga di critiche su Internet, che le autorità hanno cercato invano di bloccare, chiudendo una cinquantina di siti web accusandoli di allarmismo. Per neutralizzare il cianuro viene utilizzato perossido di idrogeno. Sono stati rilevati altri livelli.

Altre Notizie